Vai al sito dell'Armata dei Padri Armata dei Padri
in collaborazione con la
Sito ufficiale della Maratano della Città di Roma
Le adesioni
delle Associazioni
e dei Cittadini

del Mondo

PROSSIMA EDIZIONE
22
MARZO 2009
Vai al sito di Figli Negati
Vai al sito di Caro Papà
Figli Negati
Papà Separati Lombardia
Caro Papà
Figli Contesi Sardegna
home
aggiornato al 02.03.2009
iscriviti per il 2009
>>>> PROSSIMA EDIZIONE - ROMA 22 MARZO 2009 <<<< Roma 16 Marzo 2008 : Correre e marciare... Un vero PADRE non pu mancare ! -- Rome 16 March 2008 : Running and marching... A real DAD cannot miss this ! -- Rome 16 Mars 2008 : Courir et marcher... Un vrai PAPA ne peut pas rater cela ! -- Rom 16. Mrz 2008: zu laufen und zu gehen... Ein wahrer VATER kann das nicht verpassen! -- Roma 16 de marzo de 2008: correr e ir... Un verdadero PADRE no puede faltar eso -- Roma 16 de Maro de 2008: correr e andar... Um verdadeiro PAI no pode errar aquilo!
 
ORGANIZZAZIONE
Vai al sito dell'Armata dei Padri
Vai al sito di Figli Negati
In collaborazione
con
Sito ufficiale della Maratano della Città di Roma
 
SPONSORS
EDIZIONE 2008
A Vinicius e Mita Sponsor Daddy's Pride 2008
Hotel Concorde Sponsor Daddy's Pride 2008
 
Firmate la Petizione per i Bambini

 

 


| Archivio Dicembre 2007 | Archivio Gennaio 2008 | Archivio Febbraio 2008 | Archivio Marzo 2008 | Archivio Aprile 2008 | Archivio Maggio 2008
| Archivio Giugno 2008 | Archivio Luglio/Agosto 2008 | Archivio Settembre/Ottobre 2008 | Archivio Novembre/Dicembre 2008 | Archivio Gennaio/Febbraio 2009 | Archivio Marzo/Aprile 2009 |
Send us an email if you wish to send news to be published on this page mail us
STATI UNITI

30/10/2008



System Down

Film Premiere: Support? System Down
http://www.supportthemovie.com/trailers/

Sponsorizzato dalle associazioni
Action 4 Justice http://www.action4justice.com/
A Child's Right http://www.achildsright.net/
Cycling4children http://www.achildsright.net/
CRISPE http://www.crispe.org/

Si può finalmente vedere cosa il governo non vuole fare sapere in merito al sistema di Giustizia per la Famiglia. Solo per pochi giorni!
Questo PREVIEW di 30 minuti del nuovo documentario per la presentazione del Film Support? System Down può diventare vostro.
Aiutate a sostenere questa causa e questo film.
Cliccando sul link potete comprarlo per soli $8.99!
http://www.shop.supportthemovie.com/product.sc?productId=4&sourceCode=SNEAK%20PREVIEW
Chi acquisterà il preview di 30 mn riceverà automaticamente uno sconto del 10% per l'acquisto della versione integrale di Support? System Down che uscirà all'inizio del 2009
.

AUSTRALIA
27/10/2008
Dads on the Air
Governi logorati addormentati alla guida!
di Peter van de Voorde

Ottobre 2008

In questioni che richiedono una azione urgente, i governi “logorati” delle democrazie occidentali sono diventati I maestri della inazione. Per molti anni questi governi inetti hanno permesso ai cowboys, i bulli e gli psicopatici dell’industria finanziaria internazionale di spadroneggiare e decidere come deve funzionare il sistema. Il risultato prevedibile ha visto il collasso del sistema finanziario globale e la distruzione della sicurezza economica di milioni di persone che lavorano duro in tutto il mondo. Improvvisamente noi siamo testimoni di una reazione improntata al panico da parte degli stessi governi “logorati” la cui ignoranza ed inazione hanno per prime causato questo disastro.

Ci sono altre zone degne di attenzione che si è continuato ad ignorare e senza dubbio causeranno parecchi sconvolgimenti in futuro. Il soggetto dell’ingiustizia sociale è qualcosa di cui i governi parlano senza agire tanto è vero che ben poco si è fatto negli ultimi tempi. Una delle principali aree di interesse è il modo in cui i governi occidentali hanno pasticciato nelle indicazioni complesse che hanno a che fare con la Legge Familiare. Ancora una volta siamo testimoni di come ai cowboys, bulli e psicopatici della lucrativa industria del divorzio si sia permesso di assumere il controllo e gestire le liti per decenni. E nonostante questo vediamo ancora le vite ed il futuro di molti milioni di uomini, donne e bambini innocenti distrutte nel procedere di questo dominio.

Facendo seguito a 35 anni di incontrastata costante crescita dell’industria della Legge Familiare e dei suoi mercenari, ora cominciamo a vedere le orrende ramificazioni della diffusa ignoranza e della inazione a lungo termine da parte dei governi internazionali. Molti milioni di genitori corretti e responsabili ed altri membri delle loro famiglie sono a forza distaccati dai loro figli biologici contro il loro volere in tutto il mondo a livelli che raggiungono le caratteristiche di una pandemia.

Uno dei problemi è il sofisticato lavaggio del cervello che è stato inflitto indifferentemente su inconsapevoli media, pubblico, burocrati e politici. A parte ascoltare il parere di alcuni rappresentanti senza alcuna influenza, i governi hanno generalmente scelto di non accogliere suggerimenti sulle politiche da seguire in tema di Legge Familiare da fonti indipendenti attendibili. Al contrario cercano linee guida dai loro stessi burocrati o consiglieri che hanno il loro interesse privato oppure dalla stessa industria della Legge Familiare. Per quanto possano essere accurati, i suggerimenti cauti e politicamente scorretti sulla Legge Familiare non sono ben accolti nelle democrazie occidentali e questo è un fatto che non viene neppure diffuso.

Ci sono anche altre ragioni dietro al fatto che il pubblico ascolti in dettaglio così poco da coloro che affrontano i problemi legali delle famiglie in modo razionale. I cosiddetti “ esperti” delle leggi sulla famiglia, che dominano i dibattiti lo fanno in modo da servire se stessi, un modo che non ha nulla a che fare col distribuire giustizia ed uguaglianza ma ha molto a che fare con il mantenere lo status quo. Operando intensamente su più fronti, la maggior parte di loro si occupano di intimidire coloro che vogliono parlare liberamente, oltre ad occuparsi anche di nascondere informazioni in modo da indebolire il dibattito.

In primo luogo la maggior parte degli impiegati governativi sono scoraggiati dal fare commenti pubblici su argomenti oggetto di contenziosi. I governi preferiscono impiegare agenzie governative ed utilizzare i loro esperi di relazioni pubbliche, per redigere comunicati stampa fatti su misura.
In secondo luogo i ricercatori vengono messi pesantemente sotto pressione perché si adeguino al paradigma prevalente della propagande e dell’allarmismo femminista se desiderano ricevere contributi per le loro ricerche.
Terzo:i membri dell’establishment che servono se stessi e che hanno un interesse acquisito nel mantenere l’industria delle leggi sulla famiglia malamente viziata, parlano in continuazione in termini declamatori di coloro che osano sfidarli. La maggioranza della comunità ed i principali media accettano come realtà questa melodrammatica propaganda.
Quarto: vediamo la soppressione di importanti informazioni sull’operato dei tribunali familiari, agenzie di sostegno ai minori ed i professionisti della salute che evidenzierebbero le grossolane ingiustizie del sistema e gli orrendi effetti della sistematica persecuzione delle sue vittime.

Questa secretazione fornisce una notevole motivazione alla consapevolezza della comunità. La domanda che dobbiamo porre è: perché queste informazioni vengono nascoste alla comunità? Che cosa stanno nascondendo? Perché hanno tanta paura? Perché non si pongono più domande nei nostri parlamenti? Questa è la stessa “logora” ignoranza ed inettitudine governativa che ha portato al collasso del sistema finanziario globale.
I nostri governi devono riformare le fonti da cui traggono i suggerimenti sulle leggi familiari. Lo stridente allarmismo dei suoi consiglieri pubblici e le iniziative spesso fondamentaliste della politica femminista, sgorgando dalle profondità del pubblico impiego, sono da tempo scisse dalla realtà. L’industria internazionale delle leggi familiari è una oscena collezione di gruppi di interesse privato, diabolicamente inclinati a strappare quanto più possibile delle risorse finanziarie di inconsapevoli genitori che si separano, come si evince da una moltitudine di articoli. Tutti i molti rimedi artificiosi avanzati da una successione di governi si sono dimostrati un fallimento ed una totale perdita di tempo e risorse. Chiaramente si sta cavalcando il cavallo perdente.
I maghi pubblicitari del governo, creatori di miti, sono stati elevato ad uno stato divino e la loro mitica retorica piena di menzogne è stata promossa a vangelo ed usata da coloro che stanno beneficiando dei loro fraudolenti guadagni strappati alle famiglie che si separano. Solo una manciata di giornalisti di indagine si sono presi il tempo per cercare la verità dato che queste storie tendono ad essere considerate politicamente scorrette e fuori moda e non sono facili da vendere nel clima attuale.
Come si è portato in discussione recentemente da parte di tanti nel mondo, forse è arrivato il momento che i governi delle democrazie occidentali comincino a procurarsi le informazioni sulle loro politiche sulle leggi familiari da color che nella comunità sono i più svantaggiati e soffrono i peggiori eccessi di crudeltà da parte di coloro che sono al centro della attuale debacle. Continuare ad attingere informazioni da coloro che stanno approfittando di questo volgare travestimento della giustizia e che, essi stessi, perpetrano queste crudeltà, mostra una allarmante mancanza di comprensione da parte dei governi sulle complesse istanze che si pongono.
Se si dovesse verificare questa “illuminazione” dei legislatori e dei media, allora almeno ci sarebbe la possibilità che alcune soluzioni reali possano emergere per spezzare l’attuale impasse. Questo volgare tradimento della fiducia pubblica da parte di molti in posizioni influenti fanno sì che i grandi e presuntuosi appaiano piccoli ed impotenti. In effetti nell’area complessa delle leggi familiari i nostri legislatori politici continuano a comportarsi in una maniera commisurata alla mancanza di attitudini intellettuali sufficienti per contare fino a dieci.
Le voci della ragione sono inconsistenti su questo terreno quanto una birra fresca nel mezzo del Sahara. Per quanto tempo ancora tollereremo questo olocausto dei nostri legami familiari con i nostri figli. Per quanto tempo ancora ci terremo da parte ed accetteremo silenziosamente la propaganda messa in giro dai maghi dell’informazione impiegati dai nostri “logori” governi?

Che cosa potete fare voi, come individui, per portare qualche cambiamento?

Possiamo fare molto, in particolare dato che storicamente nulla di tanto ingiusto è sostenibile e quindi il cambiamento è inevitabile. Comunque questo problema non si risolverà da solo e possiamo vedere quanto siano inetti i governi nel risolvere problemi complessi. Così tocca a noi, innanzitutto, cominciare a indirizzare il dibattito ed impostare l’agenda.
Politici ignoranti vengono prodotti da una comunità ignorante, di conseguenza non possiamo aspettarci che la nostra attuale scelta di politici fornisca le risposte, tocca solo ed unicamente a tutti noi educare la comunità. Ci sono molti modi in cui una comunità informata può mandare un messaggio forte ai nostri politici: che “ non tollereremo oltre che lo stato tolga a forza i minori dall’amore, la cura e la protezione di genitori responsabili”. È possibile.
PER FAVORE, PENSATECI!

Peter van de Voorde
Presenter and Researcher
DADS ON THE AIR, AUSTRALIA
www.dadsontheair.net

[Grazie ad Enio per la traduzione in italiano – 27/10/2008]

AUSTRALIA

21/10/2008

Lone Fathers

"THE NOOS" the Lone Fathers Association Australia official newsletter


Leggi la newsletter - formato pdf

BELGIO

14/10/2008

Sosraptsparentaux

AZIONE« Cambio di marcia» !
Davanti all'Ufficio di Mr Jo Vandeurzen
Mercoledì 15 Ottobre 2008 alle 14h00

Comunicato stampa
Dall'arrivo di Mr Jo Vandeurzen al SPF Giustizia, la situazione dei genitori vittime di rapimenti parentali peggiora sempre più.
Nonostante le varie interpellanze alla Camera e al Senato e nonostante la sua promessa di incontrare i genitori, il Sig. Ministro gioca all'uomo invisibile.
La situazione essendo giunta ad un punto morto, i genitori hanno deciso di dare al Ministro della Giustizia una piccola lezione di guida secondo il tema: il cambio di marcia o come passare dall'essere in folle ad una velocità massima autorizzata !!
I genitori andranno quindi muniti di una scatola del cambio per una lezione sulla scalinata del SPF Giustizia.
Consegneranno una lettera aperta al ministro della Giustizia elencando i principali punti del loro metodo di innesto a frizione.


lettera A Mr Vandeurzen (formato .doc - fr)

Quando ? Mercoledì 15 ottobre 2008 alle 14h00
Dove ? Ufficio di Mr Jo Vandeurzen
SPF Justice
Bd de Waterloo 115, 1000 Bruxelles

Mr Vandeurzen riuscirà a ricuperare il proprio ritardo, taglierà il traguardo vincitore o si fermerà in panna di volontà nelle scuderie del ministero ?
Lo saprete IN DIRETTO, dalle 14h, al Grand Premio dei SPF !!!
Per maggiori informazioni, conttatare :
Mrs Kouhmane Sultana : +32 (0) 2 763 23 17 – GSM : +32 (0)494/41 54 84
e-mail: sosraptsparentaux @ hotmail.com

FRANCIA

10/10/2008

I Comme Identité

13 dicembre 2008
Parigi - davanti all'Assemblea Nazionale
Mobilizzazione interassociativa

per il diritto dell’identità dei minori,
e per la parità

Per presentare delle rivendicazioni parentali, in merito alla disparità di educazione dei figli per uno dei genitori, dopo una separazione o un divorzio, e le sue gravi conseguenze.

http://icommeidentite.free.fr/ici/mobilisations.html
http://avenir-des-enfants.forumactif.info/forum.htm

GERMANIA

10/10/2008

Väteraufbruch für Kinder

7° Congresso per la Famiglia
8./9. Novembre 2008 in Halle/Saale

Un bilancio 10 anni dopo la legge del 01.07.98

SVIZZERA

10/10/2008

VEV Verantwortungsvoll erziehende Väter und Mütter

Manifestazione
il 25 ottobre 2008 alle 10h00
a Dielsdorf in Svizzera

SPAGNA

10/10/2008

Unidos por la Custodia Compartida

Uniti Per l'Affido Condiviso

Manifestazione a Madrid
5 ottobre 2008

Complimenti a "Unidos por la Custodia Compartida" e ai mezzi di informazione spagnoli


Madrid 5 ottobre 2008


¡ÚNETE YA!

REGNO UNITO

30/09/2008

Grandparents Apart

UK-SCOZIA I Nonni davanti al Parlamento Scozzese, 1 ottobre 2008

Grandparents Apart Mobile Family Information & Education Center (Foto Parlamento Scozzese - Co.FigliNegati)

Grandparents Apart UK - Jimmy Deuchars
http://www.grandparentsapart.co.uk

hanno avuto l'autorizzazione a stare con il loro Centro Mobile di Informazione e Educazione per la Famiglia davanti al Parlamento Scozzese mercoledì 1 ottobre 2008 dalle 11h15 alle 2h30

Abbiate un pò di pazienza per scaricarlo e guardate il filmato del loro Tour

Questo è il loro libro per denunciare l'ingiustizia della legge per la famiglia :

‘Grandparents Speak Out for Vulnerable Children’

Jimmy Deuchars
Grandparents Apart UK

STATI UNITI

27/09/2008

Parental And Civil Rights Alliance

F4J 2 attivisti allo stadio Ohio Stadium di Columbus

Donald Tenn è un uomo pieno di convinzioni. Dal giorno in cui l'ho incontrato, una cosa sola guida ogni sua mossa. Tenn è un papà al quale manca sua figlia Madison e per la quale si preoccupa in ogni momento della giornata.
Madison e Tenn sono vittime della madre di Madison Shannon e dal disastro chiamato sistema della giustizia per la famiglia. Shannon ha rapito in modo illegale Madison dalla California all'Illinois. Quando ha saputo che la legge l'avrebbe costretta a riportare indietro Madison, ha subito messo in atto false denunce di violenza domestica contro Tenn. [...]
Oggi Tenn, dalla California, travestito da Spiderman e Paul Fisher, dell'Ohio, travestito da Batman, tutti due membri di Fathers4Justice, sono attualmente ad un'altezza di 100 metri su una gru fuori dallo stadio Ohio Stadium a Columbus. Hanno sbandierato uno striscione di 40 piedi che dice FERMATE LA GUERRA CONTRO I PADRI.

[...]
John Fowler, coordinatore nazionale per F4J commenta, "Questi padri hanno aspettato per anni un cambiamento. Le loro richieste non sono state ascoltate mentre tutto quello che chiedono è di potere amare e crescere i propri figli. Perchè dovrebbe essere negato ai figli il diritto di avere 2 genitori che li amano?"
[...]
Tenn descrive le telefonate che riceve in ogni momento della giornata "abbiamo decine di nuovi membri ogni mese, solo in California." "Ogni genitore pensa che suo caso sia unico. Non realizzano che ho sentito la stessa identica storia centinaie di volte."
"E i padri non sono gli unici genitori vittime" aggiunge, "mi chiamano anche le madri e i nonni." Si prevede che per il 2010 un quarto dei genitori non affidatari sarà di sesso femminile.

Sito internet Jugs for Justice [in inglese]
Sito internet Mensnewsdaily [in inglese]

AUSTRALIA
25/09/2008
Dads on the Air
IL DISTRUTTIVO MODELLO "GENITORE UNICO AFFIDATARIO"
di Peter van de Voorde


Per chiarire le idee di coloro che ancora negano l’esistenza dell’Alienazione Parentale e per evidenziare le conseguenze disastrose del modello di Custodia Parentale, ho emendato la “Carta di coercizione di Biderman” http://www.nwrain.net/~refocus/coerchrt.html per mostrare come le stesse tecniche di lavaggio del cervello siano usate da genitori unici affidatari per tenere sotto controllo qualsiasi aspetto delle vite dei loro figli e come siano facilmente in grado di eliminare i genitori non affidatari dalle loro vite. Essi riescono a trascinare nell’età adulta questi sfortunati figli manipolati con una falsa percezione della realtà, lasciando che sia la comunità a raccogliere i pezzi dei conseguenti problemi che questi genitori hanno creato.
Ciò mostra chiaramente perché il modello di “unico genitore affidatario” debba essere abolito prima che noi possiamo anche solo iniziare a ridurre l’incubo che i nostri figli affrontano a causa dell’attuale sistema.
Rimuovere tutti i controlli permettendo ad un Genitore Unico Affidatario di rimuovere, impunito, metà della famiglia biologica di un minore, una metà che può fornire quei controlli durante la loro infanzia e negli anni di formazione, lascia i nostri figli esposti a qualsiasi tipo di abuso, ivi compresi, anche se non sono i soli, quelli fisici, sessuali, emozionali e psicologici.
Questo è un abuso sui minori sponsorizzato dallo stato ed è una macroscopica violazione dei diritti umani universalmente accettati dei genitori non affidatari e dei loro figli biologici.

Carta di coercizione di Biderman:
(se applicata nel contesto del distruttivo modello della Custodia dell’Unico Genitore Affidatario).
"La maggioranza delle persone che utilizzano il lavaggio del cervello .... usano metodi simili a quelli delle guardie carcerarie che riconoscono che il controllo fisico non è mai acquisito facilmente senza la cooperazione del carcerato. Il modo più efficiente per ottenere quella cooperazione avviene attraverso una manipolazione sovversiva della mente e dei sentimenti della vittima che quindi diventa un prigioniero psicologico oltre che fisico”
da una pubblicazione di Amnesty International “Report sulla tortura” che illustra il lavaggio del cervello dei prigionieri.
  • Isolamento
  • Monopolio della percezione
  • Debilitazione ed esaurimento indotti
  • Soddisfazioni occasionali
  • Svalutare l’individuo

Clicca qui per scaricare l'intero documento
[formato .doc]

Peter van de Voorde
Presenter and Researcher
DADS ON THE AIR, AUSTRALIA
www.dadsontheair.net

[Grazie ad Enio per la traduzione in italiano – 02/10/2008]

STATI UNITI

19/09/2008

American Coalition for
Fathers and Children

Uscita del libro di Alec Baldwin
"Promises to Ourselves"


Questa sera 19 settembre 2008
Il canale ABC's 20/20 manderà in onda una trasmissione su Padri e Affidamento dei Figli. Come tutti sapete l'uscita del nuovo libro di Alec Baldwin "Promises to Ourselves" è programmato per la settimana prossima. La trasmissione di questa sera include dei commenti di Baldwin.

Libro di Alec Baldwin "Promises to Ourselves"

"Una promessa a noi stessi: viaggio attraverso la paternità e il divorzio"
Alec Baldwin sul divorzio, sui bambini e sulla riconciliazione
L'attore dice che molti giudici e avvocati durante i divorzi sono “corrotti, incapaci, pigri, stupidi".
Da GRAY di KETURAH
19 settembre 2008
La battaglia per l'affido di Alec Baldwin e di Kim Basinger per la loro figlia di 12 anni, Ireland, ha fatto i titoli internazionali per anni. La coppia divorzia nel 2002 dopo nove anni di matrimonio, ma le accuse maligne da entrambi le parti vanno avanti, culminando nel messaggio vocale gravissimo del 2007 nel quale Baldwin rimprovera sua figlia.
Fonte notizia in inglese
Guarda il video
Leggi l'anticipazione del libro - pagina 2 - pagina 3 - pagina 4

ARGENTINA
19/09/2008


Diego Hernán Cecchini

REGNO UNITO
Coniugi separati che impediscono all’ex partner di incontrare i figli potrebbero essere costretti a prestare servizi sociali in base alle leggi che entreranno in vigore in autunno

(fonte notizia versione inglese)

Due attivisti di “Fathers 4 justice” hanno protestato sul tetto di uno dei leader del partito laburista Harriet Harman. (foto di Carl Court/PA)

Coniugi separati che impediscono all’ex partner di incontrare i figli potrebbero essere costretti a prestare servizi sociali in base alle leggi che entreranno in vigore in autunno.
È probabile che questa novità venga ben accolta dai gruppi che difendono i diritti dei padri, gruppi che negli ultimi anni hanno condotto campagne di alto impatto per evidenziare i problemi che i padri incontrano nel mantenere i contatti con i loro figli una volta che la coppia si è separata.
Tuttavia la norma ha avuto critiche da alcuni esperti di giurisprudenza.
“ Non sono convinto che un lavoro non pagato possa cambiare il comportamento o il modo di pensare della gente” ha detto Anthony Douglas, massimo dirigente di Cafcass, consulente delle corti nell’interesse dei minori nei procedimenti giudiziari sulle famiglie. “Potrebbe essere la cosa giusta in una manciata di casi. Ma ciò di cui abbiamo veramente bisogno sono più servizi specialistici di supporto alle famiglie con capacità di consigliare sia i minori che i genitori”
Harry Fletcher, portavoce di Napo ha affermato che la norma potrebbe vedere migliaia di persone, in prevalenza donne, criminalizzate. “Porterebbe donne sconvolte a fare lavori non pagati a fianco di persone condannate per atti criminali” ha avvertito “ sarebbe in conflitto con le responsabilità del prendersi cura dei minori”.
La legge sull’adozione che entra in vigore in Novembre vedrà i genitori, che vengono meno alle sentenze sui contatti fissate in corte, costretti a svolgere fino a 100 ore di lavoro di utilità sociale che possono includere la raccolta di rifiuti oppure lavorare in negozi gestiti da associazioni benefiche. Se rifiutano, la pena può essere elevata fino a 200 ore di servizio di pubblica utilità e poi trasformata in pena pecuniaria.
Le nuove misure riflettono una crescente attenzione sul sistema giuridico che riguarda le famiglie. I critici affermano che sono oscure, mancano di trasparenza e che i lavoratori sociali coinvolti nella stesura dei rapporti godono di eccessivo potere. “Il sistema giudiziario è così lento e la punizione in caso di disobbedienza è usata così raramente che la gente pensa di potersela cavare impedendo ad un padre o ad una madre di vedere i loro figli. – ha detto Jon Davies, massimo dirigente di Family Need Fathers – ma noi siamo scettici a proposito di queste leggi. Ciò di cui abbiamo bisogno è un cambiamento nel sistema dibattimentale dei tribunali. Dobbiamo innanzitutto evitare che la gente si rivolga al tribunale.”
Cafcass si occupa ogni anno di 85.000 casi che coinvolgono coppie che si separano ed hanno figli. Circa 15.000 di questi casi hanno come conseguenza sentenze di contatto. Al momento i genitori che rifiutano agli ex coniugi il contatto con i figli sono costretti ad affrontare colloqui per risolvere la disputa. Ma ci sono poche sanzioni per costringere i genitori ad assoggettarsi alle delibere di contatto.
Il problema dell’acceso ai figli da parte di genitori separati e divorziati è venuto in primo piano in anni recenti con i gruppi di difesa dei diritti dei padri che affermano di stare ricevendo un trattamento ingiusto. Il problema è stato posto prevalentemente dalle associazioni dei padri poiché i tribunali di solito decidono che i figli rimangano con la madre quando un matrimonio viene annullato. Membri del gruppo Fathers 4 Justice hanno lanciato una serie di iniziative di notevole impatto per attirare l’attenzione sulle loro richieste, fra queste l’occupazione, in costume da supereroi, del tetto dell’abitazione di Harriet Harman, esponente di spicco dei laburisti.
In base a quanto affermato da Napo, la grande maggioranza delle violazioni alle sentenze di contatto avviene da parte di donne, spesso in base alla convinzione della madre che i figli soffriranno nell’avere contatti con i padri.
Una portavoce del governo ha difeso la nuova legge. “Queste misure, che includono anche l’obbligo di partecipare ad attività di contatto quali lezioni sull’essere genitore o svolgere lavoro non retribuito, offrono al tribunale nuovi modi per aiutare a trovare soluzioni laddove sussistano seri conflitti fra le parti in causa.”
[Grazie ad Enio per la traduzione in italiano - 19/09/2008]

BELGIO

18/09/2008

Collectif La Vie de Pères

Morte di un eroe fiammingo
Marcel Vervloesem

Leggere la Petizione e Firmare

Maggiori informazioni sul blog Collectif la Vie de Pères
Maggiori informazioni sul sito Internet Droit Fondamental.eu

Marcel Vervloesem, diventa cieco per lo sciopero della fame e della sete, per chiedere il rispetto dei suoi diritti costituzionali. E' stato condannato a 4 anni di carcere per crimini che la medicina non lo ritiene in grado fisicamente di potere mettere in atto.
La priorità del governo è quella di sbarazzare il belgio dall'uomo che ha fatto luce sulla corruzione che copre l'industria dello sfruttamento sessuale dei minori.
La stampa a fatto la descrizione di un gioioso ingresso di Marcel Vervloesem in prigione, per passarci 4 anni della sua vita scrivendo le sue memorie. La censura è applicata manu militari. La polizia di Turnhout è intervenuta, nei 3 minuti successivi, armata fino ai denti, per vietare un reportage di fotografie davanti al carcere.

Fonte in francese - vedi il video

14h10 - conto alla rovescia
Marcel Vervloesem è rientrato nella prigione di Turnhout alle 14.10, questo 5 settembre 2008. Lui ha cominciato uno sciopero della fame e della sete che dovrebbe ucciderlo in una settimana. Lui prevede di cadere in coma entro tre giorni. Lui ha ottenuto dalla sua famiglia che non si opporrà alle sue ultime volontà,,che consistono nel suo rifiuto alla rianimazione, fintanto che il Belgio gli rifiuta il rispetto dei suoi diritti costituzionali. Il ministro belga della giustizia ed i tribunali responsabili della sua condanna con l'assenza scomparsa di una quarantina di documenti della difesa, hanno rifiutato ogni commento ai giornalisti olandesi che loro chiedevano delle spiegazioni.
Marcel Vervloesem ha scoperto dopo il 1988 numerose reti pedopornocriminali, che il procuratore TACK aveva qualificato come" bolle di sapone scoppiate". Un reportage della RTBF (in linea) mostra Robbie Vander Plancken, prostituito all'età di 12 anni, che spiegava la scomparsa dei bambini già avviati alla prostituzione, e che a costoro i pedocriminali offrivano più soldi per convincerli ad andare a lavorare nei loro bordelli . Manuel Schadwald, il ragazzo tedesco la cui ricerca ha condotto Marcel Vervloesem allo schedario Zandvoort in Olanda, è sempre in vita, con i capelli più lunghi e gli orecchini, secondo lui. Lui non contatta sua madre perchè ne ha vergogna.
La "bolla di sapone scoppiata" non ha mai giustificato un inchiesta in Belgio, ma è stata usata per chiedere 4 anni di prigione all'uomo che aveva esposto questo traffico di bambini, giustificando la pena con crimini che la medicina diceva essere impossibili da compiere fisicamente da Marcel.
Marcel Vervloesem è in vita per miracolo, poichè non gli sono state fatte cure mediche quando era in prigione abusivamente nel 2005. Il Belgio gli ha dato la scelta tra morire con dignità o scomparire grazie alla violazione dei suoi diritti fondamentali. Il suo stato di salute è tale e la legge non permette più l'incarcerazione domiciliare, ma la "giustizia" lo vuole in prigione.
Nessun commento. Non ci sono illusioni da farsi, ciò che si vede attraverso la stampa belga è che sembra che si prepari un altro crimine di stato in più. L'informatione belga è così controllata,che 49.000 pagine lette in quattro giorni sul sito Droit Fondamental non sono state sufficienti ai motori di ricerca internet per mettere assieme una petizione che lo avrebbe sostenuto. Molti si sono lamentati di una pirateria che impediva di firmare.
Il Werkgroep Morkhoven, organizzazione civile fondata da Marcel Vervloesem per aiutare le persone emarginate, si volgerà verso l' Europa, per domandare delle leggi che potranno prevenire queste future scelleratezze in un domani. E' desolante che sia necessaria la morte di un eroe fiammingo per avere la fortuna di ottenerle.
Disinformazione dell'agenzia Belga Informazioni cancellate in blu
L'uomo è stato condannato in febbraio a quattro anni di prigione per abusi sessuali su minori, quando la medicina l'ha riconosciuto incapace di compiere questi crimini per il suo stato di salute. Lui (minaccia di fare) farà uno sciopero della fame e della sete
TURNHOUT Marcel Vervloesem per la prima volta denunciato nel 1988, la scomparsa di un ragazzo ad opera di una rete pedocriminale ma, secondo i tabloïds belgi, si sarebbe proclamato dopo il caso Dutroux (nel 1996) "cacciatore di pedofili". Lui è stato condannato in febbraio a quattro anni di prigione per abusi sessuali su minori di età, si presenterà venerdì alla prigione di Turnhout. L'uomo menace cependant inizierà uno sciopero della fame e della sete, ha indiqué confermato mercoledì dall'associazione Werkgroep Morkhoven all'agenzia Belga.
Marcel Vervloesem aveva creato la sua associazione nel 1989, Werkgroep Morkhoven per lottare contro la pedopornografia. In febbraio di quest'anno, è stato condannato a quattro anni di prigione ferma per abusi sessuali su minori d’età, in mancanza di una quarantina di parti della difesa. L' uomo ha denunciato un complotto contro lui ed ha introdotto un ricorso per cassazione, che è stato respinto, senza che i giudici giustifichino la moltitudine di errori di procedura. Lui si è rivolto alla Corte europea dei Diritti dell'Uomo.
Marcel Vervloesem nel frattempo è stato invitato a presentarsi alla prigione di Turnhout per scontare la sua pena. " Lui si presenterà. Se prendesse la fuga, tutto il mondo penserebbe che fosse colpevole", ha detto un membro del Werkgroep Morkhoven. Marcel Vervloesem ha egualmente dichiarato che farà lo sciopero della fame e della sete fintanto che sarà in carcere i suoi diritti costituzionali non saranno rispettati.

SPAGNA

18/09/2008


Unidos por la Custodia Compartida

Valencia - 1a sentenza a favore dell'affido condiviso
17 settembre 2008


Il Tribunale di Catalunya si pronuncia a favore dell'affido condiviso. Per la prima volta è stato considerato benefico per l'evoluzione del figlio in caso di separazione.


Notizia ricevuta da Avv. Luis Arego
Fonte notizia
Barcelona. (EFE).- El Tribunal Superior de Justicia de Catalunya (TSJC), unificador de doctrina en derecho civil catalán, se ha manifestado por primera vez a favor de la custodia compartida de los hijos en una sentencia de divorcio, por considerarla beneficiosa para la evolución del niño en casos de ruptura matrimonial.
La sentencia, dictada por la máxima instancia en derecho civil catalán, sienta un precedente para la creación de doctrina en un asunto que la Generalitat pretende regular mediante la aprobación del Código de Familia, que propone establecer la custodia compartida como régimen preferente.
En el fallo, la sala civil y penal del TSJC desestima el recurso presentado por un padre divorciado que reclamaba la custodia compartida de sus dos hijos, con el argumento de que este tribunal no es la instancia que debe decidir sobre el fondo de la cuestión, a no ser que la sentencia apelada fuera "irracional, ilógica o arbitraria".
Sin embargo, el TSJC aprovecha la sentencia desestimatoria para pronunciarse, por primera vez, sobre la custodia compartida de los hijos, un régimen que, en su opinión, presenta "indudables ventajas para la evolución y desarrollo del niño en las situaciones de conflicto familiar producido por la ruptura matrimonial (...)".
Para el tribunal, que cita cuatro informes internacionales sobre el efecto de las custodias compartidas en los menores, dicho régimen evita la aparición de "conflictos de lealtades" en los niños respecto a sus padres, favorece la comunicación entre éstos y permite ver la ruptura sin "vencedores y vencidos ni culpables e inocentes".
< Otra de las ventajas que el TSJC ve en la custodia compartida es que contribuye a concebir el reparto equilibrado de cargas familiares como algo natural, y no eventual o accidental, lo que favorece "la implantación en los hijos de la idea de la igualdad de sexos".Además de su apoyo a ese régimen de guarda de los hijos, la sentencia del alto tribunal catalán incorpora otros pronunciamientos novedosos, como considerar que la custodia compartida puede otorgarse sin atenerse a los requisitos establecidos en el Código Civil español, que exige que, en caso de desacuerdo de los padres, el fiscal emita un dictamen favorable a la misma.
En otra manifestación innovadora, la sentencia no descarta que en la concesión de custodias compartidas se establezcan también pensiones alimenticias para compensar "las situaciones de desigualdad en el tiempo de convivencia con uno y otro progenitor".
Dichas pensiones, de acuerdo con el tribunal, vendrían a "procurar un cierto equilibrio y una razonable estabilidad en la calidad y la intensidad" del cuidado de los hijos, para evitar que se vean sometidos "a los vaivenes derivados de la diferente capacidad adquisitiva de sus progenitores custodios".

SPAGNA

12/09/2008

Unidos por la Custodia Compartida

Uniti Per l'Affido Condiviso

Manifestazione a Madrid
5 ottobre 2008

Manifestazione a Barcellona
30 novembre 2008


¡ÚNETE YA!

STATI UNITI
7/09/2008
Children Need Both Parents

Minister Ronald E. Smith has passed
A message to all members of Children Need Both Parents
Friends,
It is with an extremely sad heart that we announce Minister Ronald E. Smtih passed away on September 5, 2008 from a massive heart attack. Minister Smith was not only the Founder of Children Need Both Parents, an author, and an advocate but also a proud parent. We are all still recovering from this unexpected news. However, a message from the family will be posted very shortly.


Minister Ronald Smith

I Figli del mondo intero perdono con lui uno dei loro migliori difensori.
Le nostre più sentite condoglianze alla sua Famiglia
e a tutta l'associazione Children Need Both Parents

Children of all the world are loosing with him one of their best defenders.
Our sincerest condolences to his Family
and to the Association Children Need Both Parents
Associazione Figli Negati

REGNO UNITO

2/09/2008

Grandparents Apart

A well known saying [Un detto ben noto]

Un detto ben noto. I governi dicono che le organizzazioni per bambini sono:
“per i migliori interessi dei Figli”
Un'altra dichiarazione ben nota dai governi è:
“I nonni sono molto importanti nella vita dei figli”.

Allora perché i nonni non sono promossi come tali? In particolare modo quando loro ed i bambini sono di solito la parte innocente danneggiata delle rotture familiari. Incoraggiano le organizzazioni per bambini per assicurare che i nonni siano ancora disponibili per loro? No! Non lo fanno. Non fare nulla non incoraggia i genitori a pensare al danno ai loro propri bambini. Questo è completamente irresponsabile da parte delle organizzazioni che dicono che operano per i migliori interessi del bambino.

Non si può negare che molti bambini sono stati salvati da abuso e da povertà dai nonni che sono i maggiori curatori di bambini nel mondo, spesso senza pagamento ed assicurandosi sempre che i bambini abbiano tutto quello che serve a loro. Chi sa meglio cosa succede nella loro famiglia in primo luogo stando anche in una posizione tale da potere aiutare se consentito?

Ma il contatto legale nipote/nonni è sempre negato ai governi del Regno Unito, è il loro atteggiamento che aliena quella persona speciale dalle vite dei bambini.

La Carta per i Nipoti è stata prodotta dal governo scozzese in modo spontaneo. La risposta che abbiamo ottenuto è “non abbiamo bisogno di usarla”....
Deve essere resa legale per incoraggiare le organizzazioni a promuovere maggiormente il ruolo dei nonni di cui dicono così spesso che sono una parte essenziale nella vita dei bambini. Dovrebbero muovere il cielo e la terra per usare tutte le protezioni a disposizione per la protezione dei nostri bambini, e non farlo significa comportarsi da criminali.

Jimmy Deuchars
Grandparents Apart UK

SVIZZERA

31/08/2008

GeCoBi

Il primo numero della newsletter della GeCoBi Agosto 2008

Gli eventi passati
L’Associazione svizzera per la bigenitorialità (GeCoBi) è stata creata il 13 maggio 2008 in quanto associazione nazionale. 15 organizzazioni hanno preparato per tre anni di seguito questa creazione, insieme ad una proposta di cambiamento di legge per una co-responsabilità genitoriale. Questa proposta è stata presentata all'ufficio federale di Giustizia durante il mese di giugno 2007. Con la manifestazione nazionale per la bigenitorialità del 17 mai 2008 sulla Place fédérale, la GeCoBi a dato un primo segno forte della sua esistenza. Sulla nostra home page potrete ritrovare tante testimonianze, i discorsi pronunciati e le uscite stampa nazionale. La creazione di un'associazione che ragruppa organizzazioni impegnate per la genitorialità - a livello nazionale - è stata benvenuta da tutti.

Durante le prossime settimane, i prossimi mesi, la tappa capitale sarà quella di fare accettare il nostro progetto di legge per una co-responsabilità genitoriale. Lottiamo per questo da anni perchè entrambi i genitori abbiano gli stessi diritti e soprattutto perchè i figli possano mantenere la relazione con entrambi i genitori.
[...]
Il nostro progetto di legge non chiede soltanto un'autorità genitoriale condivisa, ma una co-responsabilità genitoriale. Significa richiedere non solo la condivisione dell'autorità genitoriale ma anche e soprattutto la giusta condivisione dei doveri educativi e curativi tra i due genitori.
Questo punto di vista avrebbe il vantaggio di alleggerire le madri spesso sovraccariche, di implicare maggiormente la responsabilità dei padri e, soprattutto, di offrire ai figli una relazione equilibrata tra la madre e il padre.

Dettagli degli argomenti pro o contro

Ottobre 2008: il Dipartimento per la Giustizia proporrà in consultazione un progetto di legge relativa all'autorità genitoriale condivisa. Ci auguriamo ovviamente che le nostre idee e proposte siano prese in considerazione. Abbiamo rilavorato e completato i nostri argomenti per potere convincere.

Oliver Hunziker
Präsident GeCoBi


 


E' vietato l'utilizzo non autorizzato di qualsiasi immagine e testo tratto da questo sito.

ForumFree.net