Vai al sito dell'Armata dei Padri Armata dei Padri
Caro Papà - Figli Negati - Papà Separati Lombardia
in collaborazione con la

"Maratona della
Città di Roma"
Firmate la Petizione per i Bambini
Home UN1503 Petition

16 MARZO 2008
Vai al sito di Figli Negati Figli Negati
Sito ufficiale della Maratano della Città di Roma home
aggiornato al 29.02.2008
iscriviti per il 2008
Roma 16 Marzo 2008 : Correre e marciare... Un vero PADRE non pu mancare ! -- Rome 16 March 2008 : Running and marching... A real DAD cannot miss this ! -- Rome 16 Mars 2008 : Courir et marcher... Un vrai PAPA ne peut pas rater cela ! -- Rom 16. Mrz 2008: zu laufen und zu gehen... Ein wahrer VATER kann das nicht verpassen! -- Roma 16 de marzo de 2008: correr e ir... Un verdadero PADRE no puede faltar eso -- Roma 16 de Maro de 2008: correr e andar... Um verdadeiro PAI no pode errar aquilo!
 
SPONSORS
UFFICIALI
2007
Acqua Santa Croce - Sponsor Daddy's Pride 2007
Gentilini sponsor Daddys' Pride 2007
 
Vai al sito dell'Armata dei Padri
Sito ufficiale della Maratano della Città di Roma
Vai al sito di Figli Negati
Firmate la Petizione per i Bambini

 

 


international DADDY'S PRIDE
18 Marzo 2007   Roma/Italia
Home Daddy's Pride 2007 | foto | video | rassegna stampa | sponsors

ANSA
Roma, 19 marzo 2007 - Non solo padri cui le consorti negano di incontrare i figli, ma anche mogli e figli hanno partecipato ieri pomeriggio al corteo che ha sfilato a Roma, lungo i Fori Imperiali, con striscioni e migliaia di palloncini bianchi con la scritta nero-rossa ''I love papa'''. Alla giornata del 'Daddy's Pride' (l'orgoglio dei papa') hanno preso parte alcune centinaia di persone provenienti da varie parti d'Italia e anche da paesi esteri, come Bulgaria e Svezia.
Il corteo e' stato organizzato dall''Armata dei padri', composta da tre associazioni: Figli negati, Caro papa' e Papa' Separati (Lombardia). Tra gli striscioni, uno chiedeva la liberazione del giornalista Daniele Mastrogiacomo.

Il corteo, aperto da una scritta ''Mai piu' figli rapiti'', e' sfilato in allegria con tanti striscioni e qualche papa' mascherato, come e' il caso di un Flash Gordon e di un Superman. In particolare e' stato sottolineato il frequente atteggiamento dei giudici a favore delle madri nell' applicazione della legge sull'affidamento condiviso che mette su uno stesso piano le figure della madre e del padre in quanto ad affidamento. ''Spesso finisce che l'affidatario, cioe' quasi sempre la madre, diventa proprietario dei figli'', ha rimarcato il presidente della sezione casertana di 'Caro papa'', Gerardo Mercorio, giunto da Caserta con un centinaio di persone. ''Quest'anno vogliamo diffondere un messaggio d'amore per tutti i padri - ha sottolineato il presidente di Figli negati, Giorgio Ceccarelli - e dire che i papa' ci sono, contro ogni indifferenza''. Con tanto di riconoscibile t-shirt sono sfilate numerose ragazze, molte delle quali non hanno problemi di sorta con i genitori. E' il caso di Fabiana: ''Ho due genitori che vivono serenamente insieme e sono qui perche' sono sensibile a questo argomento e voglio dire a tutti i genitori 'restate insieme con i figli' ed ai padri che manifestano, 'combattete e non mollate'''. Tra i partecipanti c'era anche l'esponente della Margherita Roberto Giachetti.

''Mia moglie ha chiesto la separazione nel 1998 e da allora io non ho piu' visto i miei figli. L'ultimo, che oggi ha otto anni, non l'ho mai conosciuto''. E' la storia di Salvatore G., di Torre Annunziata (Napoli), che ha denunciato la moglie 119 volte per inottemperanza alle disposizione del giudice, con due condanne a 560 euro di multa perche' - a detta dell'uomo - gli impedisce di vedere i figli. ''Qualche volta sono andato davanti a scuola per fotografarli - ha raccontato l'uomo - lei li copre e in fretta li fa salire in auto per impedirmelo. Questa situazione non va bene - aggiunge - le donne sono iperprotette''. Salvatore dice di ignorare la ragione del comportamento della ex moglie, ma tiene a precisare di ''non avere condanne per alcun reato'', di non essere pedofilo ne' di aver mai commesso violenza di alcun genere. Presentera' la denuncia numero 120? ''Non lo so, nel fascicolo il valore e' quello di una sola violazione, non so...''.

_______________________________________

1 Marzo 2007
Daddy's Pride: prima si corre poi si marcia

CONFERENZA STAMPA
4 marzo 2007
Piazzale del Colosseo – Roma

Il prossimo 18 marzo a Roma, in via dei Fori Imperiali, marcerà l’amore dei padri di tutto il mondo per ribadire, con forza e con determinazione, l’ amore per i propri figli.
Roma diventa, per un giorno, la capitale dell’amore (Daddy’s Pride) e dello Sport (la Maratona di Roma).
Grazie alla mediazione del Sindaco Walter Veltroni e agli interventi dell’on. Roberto Giachetti, Bruno Petrella, Fabio Sabbatani Schiuma, del Municipio XI (Massimo Cartella) del presidente dell’Arvu Mauro Cordova, la giornata del 18 marzo, vigilia della Festa del Papà (19 marzo, San Giuseppe), sono stati risolti tutti i problemi legati alla contemporaneità degli eventi previsti (Maratona di Roma, alla mattina e il daddy’s Pride nel pomeriggio).
I papà di tutto il mondo prima correranno e poi marceranno.

Il motto della marcia:
1 figlio = 2 genitori e 4 nonni per sempre

1 son = 2 parents and 4 grandfathers for ever
1 enfant = 2 parents + 4 grandparents pour toujours
1 dziecko = 2 rodziców + 4 dziadków na zawsze
1 dete= 2 roditelja+ 4 bake i deke zauvek
1 Kind = 2 Eltern + 4 Großeltern für immer

Hanno aderito molte associazioni italiane ed estere:

ARMATA DEI PADRI
FIGLI NEGATI
PAPA’ SEPARATI LOMBARDIA
CARO PAPA’
FATHER’S 4 JUSTICE
PAPA’ SEPARATI E FIGLI TORINO
FIGLI LIBERI
COMITATO FIRENZE C’E’
FALSI ABUSI
PAPA’ SEPARATI NOVARA
PAPA’ SEPARATI VARESE
PAPA’ SEPARATI BRESCIA
ASSOCIAZIONE UOMINI CASALINGHI
GESE FOGGIA
FIGLI CONTESI SARDEGNA
PAPA’ SEPARATI ONLUS- FIGLI NEL CUORE
CENTRO STUDI SEPARAZIONI
COMITATO TROVIAMO I BAMBINI
ARVU (Associazione Romana Vigili Urbani)
ASSOCIAZIONE LA LUNA DEI PADRI
Ass.ne Per i Diritti del Fanciullo
SOS PAPAMADRID (la Asociación Pro-Derechos del Niño de España)
ACCIONES POR LA JUSTICIA (AXJ) de España
ACTION FOR JUSTICE (AFJ) USA
CUSTODIA COMPARTIDA YA de Valencia
PIP (Padres por la Igualdad Parental Chile)
PAPPA-BARN (Dad-Children -Svezia)
OTAC.BA ( Bosnia - Sarajevo)
ASSOCIACION DE PADRES SEPARADOS ( COSTA RICA )
AGNA – ASSOCIAZIONE GENITORI NON AFFIDATARI (CH)
ASS. APADESHI (ARGENTINA)
ASOCIACION TABASQUEÑA DE PADRES DE FAMILIA SEPARADOS (MESSICO)
PADRES HOY, LA PLATA, (ARGENTINA)
A.C.I.PA.MA. Asociación dall'uguaglianza del Padre e della Madre (SPAGNA)
F.A.C.I.C.C. federazione delle Associazioni Catalan dall'uguaglianza e Custodia Comune (SPAGNA)
I.G.M. Padri Sep.(Swisse)
SOS papa (France)
Family Need Fathers (England)
ASS. JUSTICE PARITE' PARENTALE(FR-Normandie)

LA MARCIA:
RADUNO : piazza Madonna di Loreto (dalle 8.00 alle 16.30)
CORTEO : dalle 17.00 alle 18.00 in via dei Fori Imperiali
COMIZIO e PREMIAZIONI : al Colosseo fino alle 19.30 circa

La festa, da quest’anno, riguarderà tutti i papà (separati e non).
L’orgoglio dei papà di tutto il mondo farà di Roma la capitale dell’amore. E’ prevista la presenza di personaggi della cultura , dello sport, della politica e dello spettacolo.
Guiderà il corteo, accanto ai leader mondiali del movimento, il cantante Den Arrow.

COMITATO PROMOTORE DEL DADDY'S PRIDE:
www.daddyspride.it
FIGLI NEGATI
Dott.Giorgio Ceccarelli
www.figlinegati.it
Cell. 339 2753088
PAPA' SEPARATI LOMBARDIA
Domenico Fumagalli
www.papaseparatilombardia.it
Cell. 3489501305
ASSOCIAZIONE: CARO PAPA'
Gerardo Mercorio
www.caropapa.com
cell. 3334128791

Animazione a cura della BLACK & WHITE ANIMATION di Simone Terrinoni
blackandwhiteanimation@email.it

I papà separati in marcia alla Maratona di Roma
È prevista per il 18 marzo, in coincidenza con la Maratona di Roma, la marcia dei padri separati.
Una manifestazione internazionale chiamata “Daddy’s Pride” porterà nella Capitale migliaia di papà separati da tutto il mondo coordinati dall'associazione “Figli Negati”, che ieri ha ringraziato la Maratona di Roma per la collaborazione.

Nota: ringraziamo il quotidiano METRO per la pubblicazione della notizia, purtroppo incompleta.
Il comitato organizzatore del DADDY's PRIDE è formato, infatti, anche dalle associazioni: "Papà Separati Lombardia" e "Caro Papà" di Caserta.

Comunicato stampa del 28/02/2007
IL 18 MARZO SI CORRE INSIEME AL DADDY’ S PRIDE
Alle migliaia di maratoneti si aggiungeranno tanti papà da tutto il mondo allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti dei padri genitori.
Il 18 marzo prossimo la città di Roma sarà il centro del mondo, di tutti quelli che amano la corsa così come di tante persone che manifestano pacificamente per vedere riconosciuti i loro diritti.
Alle migliaia di maratoneti provenienti da 72 nazioni, infatti, se ne aggiungeranno altrettanti che arriveranno a Roma per partecipare al primo Daddy’s Pride della storia, organizzato dal movimento internazionale pacifista “Armata dei Padri” (Figli Negati, Papà Separati Lombardia e Caro Papà), grazie ad un accordo siglato tra gli organizzatori in Campidoglio.
Tanti papà da tutto il mondo saranno nella capitale per sfilare pacificamente allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti dei padri genitori.
Alle 17.00, al termine della maratona, partiranno in corteo da Piazza Madonna di Loreto e percorreranno le stesse vie centrali della gara appena conclusa.
Ma il gemellaggio tra i due eventi di carattere internazionale non si limiterà a questo “passaggio di consegne” della città.
Gli organizzatori del Daddy’s Pride, infatti, come prologo saranno presenti, con centinaia di partecipanti tra padri e figli, alla partenza della stracittadina di 4km.
In più inciteranno gli atleti della gara competitiva lungo il percorso di gara con un folto gruppo di sostenitori.
Infine faranno opera di sensibilizzazione sul tema con uno stand al Marathon Village, al Palazzo dei Congressi, dal 15 al 17 marzo.
Ufficio Stampa maratona di Roma

_______________________________________

2 Marzo 2007
Il Daddy's Pride nelle vie di Sarajevo
Da Sarajevo, Morgan Sowden di Otac.ba, ci scrive della partecipazione al DADDY's PRIDE, inviando le splendide foto dei manifesti affissi all'interno della città

GRAZIE Morgan

_______________________________________

12 Marzo 2007
Affari Italiani & Daddy's Pride


vai sul sito di Affari Italiani

Il sito di AFFARI ITALIANI si occupa del DADDY's Pride
Daddy's Pride/ Tutti in piazza con i "padri combattenti"

Una delegittimazione quella del ruolo paterno, che in Europa, secondo recenti dati dell’Unione, avrebbe portato al suicido circa duemila papà separati, fiaccati da situazioni drammatiche e insostenibili.
Come la storia di Giorgio Ceccarelli, che è stata la spinta propulsiva a lottare.
La racconta così sul sito della sua organizzazione:
“Mi sono separato nel ’92.<br> Nel ’96 finisco in galera per spaccio di droga.
Mi trovano nell’auto, mentre ero in vacanza con mia figlia, 80 grammi di cocaina pura, un bilancino e bustine, pronte per lo smercio. Grazie a questo kit mi faccio solo 9 giorni di galera in isolamento e a sciopero della fame.La pena prevista era di 20 anni. Vengo scarcerato e la vicenda archiviata perché estraneo ai fatti commessi da altri.
Questi altri, nel 2001, vengono condannati in primo grado dal tribunale di Frosinone:
la mia ex suocera, un maresciallo della Guardia di Finanza e un detective.
Il complotto alla coca – racconta Ceccarelli- era nato perché avevo negato a mia figlia di trasferirsi in Grecia con la madre e il suo nuovo compagno greco.
Uscendo dal carcere ho fatto un patto con il Padreterno: avrei dedicato quei 20 anni “risparmiati”, alla lotta sociale per cambiare questo barbaro e iniquo sistema degno di Paese a civiltà limitata.
Mi mancano ancora 12 anni per mantenere quella promessa – conclude -.
Mi dovranno sopportare in molti”.

Di certo in molti, si prevede parteciperanno al Daddy’s Pride (http://www.daddyspride.it/), che quest’anno si affiancherà alla storica Maratona di Roma: “Noi padri, separati e non, parteciperemo.
Ma più che correre marceremo, con striscioni, bandiere, magliette simboliche – conclude Giorgio Ceccarelli-.
Poi, nel pomeriggio, sfileremo in modo indipendente.
La partenza è alle 17 in piazza Madonna di Loreto, passeremo per via dei Fori Imperiali per arrivare fino al Colosseo.
Con una conquista in più: finalmente, in questa edizione, potremo farci sentire invece che dal megafono da un vero palco, messo gentilmente a disposizione dall’organizzazione della Maratona.
Speriamo che la nostra voce possa arrivare lontano”.

Paola Simonetti

_______________________________________

13 Marzo 2007
Il Min. BINDI elogia il DADDY's Pride

IERI POMERIGGIO, A PALAZZO DE CAROLIS, NEL CORSO DEL MINICONVEGNO "TEMPI MODERNI - LA FAMIGLIA", ORGANIZZATO DALL'AMICA ROSANNA LAMBERTUCCI

Sono intervenuto nel dibattito davanti a un centinaio di ospiti del mondo della cultura, dello spettacolo (Pippo Baudo, moderatore), della politica (Bindi, Andreotti, Boniver) e dell'informazione (Franco di Mare, Striscia la notizia etc.) e della Giustizia (Simonetta Matone).

TUTTI, INDISTINTAMENTE, HANNO APPOGGIATO ED ELOGIATO SIA L'INTERVENTO CHE L'INIZIATIVA DEL DADDY'S PRIDE.

Pippo Baudo mi ha dato gentilmente la parola e ho potuto esporre le problematiche dei padri separati e lanciare il Daddy's Pride di domenica prossima.

La platea ha apprezzato moltissimo perchè fino a quel momento si era parlato solo di "DICO".
Il ministro Bindi ha apprezzato moltissimo e dopo il dibattito ci siamo trattenuti a parlare.
Mi ha promesso un incontro.
Forse parteciperà al Daddy's Pride, se rimane a Roma.
Non volevo annunciare questa notizia.
Spero, però, che possa servire per creare il giusto clima di attesa e di festa per il prossimo Daddy's Pride.
(a breve il resoconto dell'uff. stampa di Rosanna Lambertucci)

Giorgio Ceccarelli

>>> DOPO IL 7 APRILE SI CAMBIA STRATEGIA:

faremo , su richiesta, tutti gli incontri istituzionali dallo Stato al Comune portando relazioni e documentazioni dettagliate sul fenomeno.
Così finiranno le battute che siamo capaci solo di fare le manifestazioni.
Invece di ringraziarci ci criticano pure.
Se non avessimo fatto più di 70 manifestazioni in tre anni, certi pseudospacciatori di competenze non sarebbero stati neppure fatti avvicinare ai portoni dei ministeri.
Giorgio ceccarelli

_______________________________________

14 Marzo 2007
L'On.Giachetti lancia il Daddy's Pride

3° CONGRESSO DELLA MARGHERITA ALL'ERGIFE DI ROMA.

L'AMICO ON. ROBERTO GIACHETTI, SALVATORE PER DUE VOLTE CONSECUTIVE DELLA FESTA DEL PAPA' (PRESSIONE SUL SINDACO VELTRONI) HA LANCIATO DAVANTI A TREMILA PERSONE IL MITICO DADDY'S PRIDE.
NEL PARTERRE C'ERANO IL MINISTRO RUTELLI (CHE HA PRESO LA MAGLIA), IL SINDACO VELTRONI, IL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARRAZZO, IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA GASBARRA, L'ON. MONTINO, L'ON. MILANA E TANTISSIMI ALTRI DEPUTATI E SENATORI.
L'AMICO ROBERTO, NELL'INTRODUZIONE AL SUO DISCORSO POLITICO, HA RINGRAZIATO L'ASSOCIAZIONE E IL MOVIMENTO PER LA BATTAGLIA PER I DIRITTI CIVILI CHE STIAMO COMBATTENDO DA ANNI.
POI HA LANCIATO UN APPELLO A TUTTI I PRESENTI DI PARTECIPARE IN MASSA AL PRIMO DADDY'S PRIDE DELLA STORIA.
LUI CI SARA' E IN PRIMA FILA.


Clicca sulla freccia per ascoltare il saluto dell'On.Giachetti

SOLO PER LA CRONACA, ROBERTO , LO SCORSO ANNO, E' STATO L'UNICO POLITICO CHE E' VENUTO INSIEME A NOI A DONARE IL SANGUE AL BAMBIN GESU'.

GRAZIE ROBERTO DA PARTE DI TUTTI.

Sito Internet On. Roberto Giacchetti

_______________________________________

14 MARZO 2007 - Comunicato Stampa Regione Liguria
Padri separati, proposta di legge per sostenere i genitori in difficoltà
Saso: "Su questi temi dialogo senza pregiudizi nell'interesse dei bambini". Decine di migliaia all'anno i figli di separati, molti gli "orfani bianchi". Domenica la manifestazione Daddy's Pride.

Questa mattina nel corso di una conferenza stampa Alessio Saso (Alleanza Nazionale) ha illustrato la proposta di legge regionale: "Misure a sostegno dei padri separati in situazione di difficoltà" da lui presentata.
La proposta riconosce l'importanza sia del ruolo paterno che di quello materno per la crescita dei figli e ha l'obiettivo di permettere ai padri di recuperare un rapporto equilibrato con i figli e ai figli un rapporto con entrambi i genitori anche attraverso sostegni pubblici nei casi di maggior disagio economico.
Fra gli aiuti previsti: la realizzazione di centri di assistenza e mediazione familiare, sostegni di carattere legale, psicologico, alloggi temporanei per i padri costretti a lasciare la propria abitazione a causa della separazione e delle difficili condizioni economiche.
La proposta risponde alle istanze raccolte dalle associazioni dei padri separati che domenica prossima, 18 marzo, terranno un corteo a Roma per il Daddy's Pride e giunge alla vigilia della festa del papà e nell'anno europeo delle pari opportunità.
«Il problema - ha detto Saso - è assai diffuso: nel nostro paese è andata consolidandosi una prassi giudiziaria che privilegia le madri quale punto di riferimento educativo per i figli minori e che stabilisce l'assegnazione dei figli e della casa alla madre, mentre ai padri viene invece assegnato un ruolo di sostegno economico quantificato di solito in un terzo dello stipendio. Per i redditi medio bassi questo onere, peraltro giusto, spesso è difficilmente sostenibile. Molti sono i padri costretti a ritornare a vivere con i genitori attraversando gravi difficoltà dal punto di vista psicologico e della propria autostima».
Saso ha ricordato che in Italia ogni anno si verificano circa 80 mila separazioni e in più del 91 per cento dei casi i figli vengono in pratica affidati alla madre: «Ogni anno decine di migliaia i bambini, in Italia, subiscono la separazione dei genitori. Molti non hanno la possibilità materiale di avere una relazione con il padre, e per loro è stata coniata la definizione di "orfani bianchi". Su temi come questi credo si debbano superare atteggiamenti precostituiti e nel recente dibattito consiliare sulla violenza ho colto significative aperture da settori del centro sinistra. Se questa legge venisse accolta dalla maggioranza sarebbe un successo, prima che politico, civile. Per parte mia sono aperto a modifiche ed integrazioni che possano portare la maggioranza di centro sinistra ad accogliere lo spirito della legge che è in primo luogo dalla parte dei bambini, di quei figli di coppie separate che troppo spesso si trovano con una famiglia divisa e che hanno invece bisogno dell'apporto di entrambi i genitori».

_______________________________________

15 Marzo 2007
INAUGURAZIONE Marathon Village


L'Armata dei Padri presenta:
MARATHON VILLAGE, 15,16,17 MARZO, DADDY'S STAND

Giovedi' 15 inaugurazione del villaggio.
Siete tutti invitati alle ore 10 al nostro stand.

Sabato 17 (ultimo giorno) festa tutto il giorno al nostro stand.
La torcida del movimento Armata dei Padri.

ABBIAMO VISTO IL NOSTRO MITICO STAND.
AVREMO DUE HOSTESS OFFERTE DALLA ENDAS ALLA QUALE SIAMO AFFILIATI.
AVREMO UN FRIGO BAR OFFERTO DA UNA NOTA ACQUA MINERALE.
AVREMO DOLCI E SALATINI DAL BAR PASTICCERIA FRANCO DI PIAZZA DELLA TRASFIGURAZIONE (MONTEVERDE).
AVREMO LE MAGLIE E I CAPPELLI DEL DADDY'S PRIDE
AVREMO I 100 PETTORALI GRATUITI OFFERTI DALLA MARATONA DI ROMA.
LO SPAZIO SARA' APERTO QUASI TUTTO IL GIORNO.

per i dettagli:

Il Marathon Village è aperto durante la settimana che precede la gara.<br>
Nella Casa dell'Atleta, oltre a ritirare il pettorale e il pacco gara della Maratona e della Stracittadina Fun Run, è possibile visitare stand, assistere a concerti e spettacoli, ai convegni nell'AREA MEDIA, praticare sport e prendere parte alla festa dell'intrattenimento.<br>
Il Marathon Village è per le aziende anche un luogo ideale per gli incontri d'affari, per organizzare gli eventi di comunicazione e immagine: al suo interno si possono trovare le risposte alle ricerche dei relativi target.

Il Marathon Village sarà allestito dal 15 al 17 marzo 2007
PALAZZO DEI CONGRESSI
PIAZZA JOHN KENNEDY, 1
Quartiere EUR, ROMA
Orari:
Giovedì 15: 10 - 20
Venerdì 16: 10 - 20
Sabato 17: 10 - 20

DATI SALIENTI:
Visitatori: 87.000
donne: 47%
uomini: 53%
0 - 20 anni: 21%
21 - 40 anni: 39%
41 - 60 anni: 30%
oltre i 60 anni: 10%


Clicca sull'immagine e scarica il volantino

L’orgoglio dei papà di tutto il mondo, per la prima volta nella storia, correrà e marcerà a Roma.
Oltre 100 associazioni di tutto il mondo aderiranno ad un evento mai realizzato prima.
In collaborazione con la Maratona di Roma.

PERCHE' DADDY'S PRIDE?
1 FIGLIO = 2 GENITORI + 4 NONNI
per sempre....

PROGRAMMA:
15 – 16 – 17 MARZO:

Stand del Daddy’s Pride all’interno del MARATHON VILLAGE, Palazzo dei Congressi, Eur.

18 MARZO:
ORE 8: Raduno in Piazza Madonna di Loreto (Piazza Venezia).
ORE 9: “Passeggiata” di un 1 km con la Stracittadina della Maratona di Roma.
A disposizione 100 pettorali (e gadget) gratuiti offerti dalla MdR.
ORE 10 - !5 : RADUNO GENERALE PER I PREPARATIVI DELLA MARCIA: distribuzione magliette, cappellini, palloncini, bandiere etc.
ORE 15.30: PALCO offerto dalla MdR. Spettacolo e Comizio in Piazza Madonna di Loreto.
ORE 17.00 : GRANDE E IMPERDIBILE MARCIA MONDIALE PER VIA DEI FORI IMPERIALI FINO AL COLOSSEO.

19 MARZO (SAN GIUSEPPE):
DALLE ORE 8 ( PER TUTTO IL GIORNO) comincia LA GIORNATA MONDIALE DI RACCOLTA SANGUE IN TUTTI GLI OSPEDALI PER BAMBINI.
A ROMA AL BAMBIN GESU’.
ALTRE INIZIATIVE verranno comunicate o inserite sul sito www.daddyspride.it

Sede provvisoria:
via dei Buonvisi 97, 00148
Roma
www.daddyspride.it


COMITATO ORGANIZZATORE:

ARMATA DEI PADRI
(movimento pacifista in difesa dei figli)

FIGLI NEGATI (dott. Giorgio Ceccarelli) –
www.figlinegati.it - 3392753088
PAPA’ SEPARATI LOMBARDIA (Domenico Fumagalli)
www.papaseparatilombardia.org - 3489501305)
CARO PAPA’ (Gerardo Mercurio)
www.caropapa.com - 3334128791

ALCUNE DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI:

PAPA’ SEPARATI E FIGLI TORINO, FIGLI LIBERI, COMITATO FIRENZE C’E’, FALSI ABUSI, PAPA’ SEPARATI NOVARA, PAPA’ SEPARATI VARESE, PAPA’ SEPARATI BRESCIA, U.S.E. LAZIO,
ASSOCIAZIONE UOMINI CASALINGHI, GESE FOGGIA, FIGLI CONTESI SARDEGNA, E.N.D.A.S. LAZIO, PAPA’ SEPARATI ONLUS- FIGLI NEL CUORE, CENTRO STUDI SEPARAZIONI, ASSOCIAZIONE LA LUNA DEI PADRI, COMITATO TROVIAMO I BAMBINI, ARVU (Associazione Romana Vigili Urbani), LA VOCE DEI GENITORI PER SEMPRE,
FATHER’S 4 JUSTICE, SOS PAPAMADRID (la Asociación Pro-Derechos del Niño de España), ASS. GAPADESHI (ARGENTINA), ACCIONES POR LA JUSTICIA (AXJ) de España, ACTION FOR JUSTICE (AFJ) USA,
CUSTODIA COMPARTIDA YA de Valencia, PIP (Padres por la Igualdad Parental Chile), I.G.M. PADRI SEPARATI (Swisse), (ARGENTINA), A.C.I.PA.MA. Asociación dall'uguaglianza del Padre e della Madre (SPAGNA),
PAPPA-BARN (Dad-Children -Svezia), OTAC.BA ( Bosnia - Sarajevo), ASSOCIACION DE PADRES SEPARADOS ( COSTA RICA ), AGNA – ASSOCIAZIONE GENITORI NON AFFIDATARI (CH), ASOCIACION TABASQUEÑA DE PADRES DE FAMILIA SEPARADOS (MESSICO), PADRES HOY, LA PLATA,
F.A.C.I.C.C. federazione delle Associazioni Catalan dall'uguaglianza e Custodia Comune (SPAGNA).

_______________________________________

17.03.2997 - Caltanet

ROMA: DOMANI ARMATA DEI PADRI PER IL DADDY'S PRIDE
Roma, 17 mar. - (Adnkronos) - Migliaia di papa' provenienti da tutto il mondo parteciperanno domani a Roma al Daddy's Pride sfilata che si terra' alla vigilia della Festa del Papa' di lunedi'. Quest'anno la sfilata e' stata organizzata in collaborazione con la Maratona di Roma, i papa' sfileranno in via dei Fori Imperiali, con partenza da piazza Madonna di Loreto a piazza Venezia. "Non sara' piu' la festa del papa' separato, come nei tre anni precedenti - hanno dichiarato gli organizzatori- ma la festa di tutti i papa' che vogliono marciare per difendere il diritto inalienabile di ogni bambino ad avere due genitori e quattro nonni, per sempre". Alla manifestazione hanno aderito oltre cinquanta associazioni di tutto il mondo.

18.03.2007 - Er Lupacchiotto

Edizione da record per la Maratona di Roma
15mila atleti alla maratona di Roma:12.078 arrivati, vince il keniano Kemboi ma muore un partecipante

Articolo Numero:16688 del 18 Marzo 2007

Roma, Con lo striscione "Liberate Daniele" si apre la XIII Maratona di Roma.
Pronosticare per la tredicesima edizione della Maratona romana una doppietta keniana non era certo difficile, come per nessuna altra gara di fondo.
Il keniano, Elias Kemboi Chelimo , 23 anni, con un personale di 2h13'40" a Nairobi nel 2005 chiuse al quattordicesimo posto l'ultima maratona di New York, e ha vinto con 2 ore 09 minuti e 36 secondi.

La ventottenne algerina, Souad Ait Salem , specialista delle corse su strada, ha fatto gara a sé, con il tempo record di 2 ore 25 minuti e 08 secondi, ha preceduto la keniana Hellen Kimutai grande favorita della vigilia.e la serba Helena Javornik. Primi azzurri, e nuovi campioni nazionali, Migidio Bourifa (quarto con il tempo di 2 ore 10 minuti 30 secondi) e Ivana Iozzia (ottava con il tempo di 2 ore 35 minuti 26 secondi).
Sono stati loro i veri protagonisti della giornata.

Purtroppo ciò che ha rotto i cuori di tutti gli sportivi, ciò che ha rotto gli applausi , la festa e ci ha fatto ritornare al pensiero e alla sofferenza , con mesto e triste dolore è stato l'annuncio della morte di uno dei concorrenti.
Il tragico accaduto nel corso della Maratona sembrava non potesse essere realtà. Al 40” Km del percorso, precisamente a Viale Aventino , al civico 67, uno dei partecipanti, tesserato per la società Assindustria Padova, di cui per rispetto non forniamo il nome, correva con il Pettorale numero 3458, ed è stato colto da arresto cardiaco alle 12,56 ed immediatamente soccorso dalla struttura medica della Maratona della Città di Roma, chiamata a sua volta dal 118.

L'unità mobile di rianimazione ha provveduto al trasporto con un'autoambulanza sino al vicino S,Giovanni e li il Signore è deceduto.
I microfoni posizionati all'arrivo dei Fori Imperiali sino al termine della manifestazione sono stati spenti dalle 15,25

Erano inoltre presenti "I papà di tutto il mondo", oggi a Roma, alla vigilia della festa di San Giuseppe.
Si marcia in difesa dei bambini ad avere tutti "solo 2 genitori e 4 nonni". E' il Daddy's Pride, la giornata dell'orgoglio dei papà, organizzata dall'associazione "Armata dei padri" in collaborazione con la maratona di Roma.
Laura Petringa

19.03.2007 - City Corriere

Padri separati, in marcia contro l'oblio
Non solo padri cui le consorti negano di incontrare i figli, ma anche mogli e figli hanno partecipato al corteo che ha sfilato lungo i Fori Imperiali, con striscioni e migliaia di palloncini bianchi con la scritta nero-rossa "I love papà". Alla giornata del Daddy's Pride (l'orgoglio dei papà) hanno preso parte alcune centinaia di persone provenienti da varie parti d'Italia e anche da paesi esteri, come Bulgaria e Svezia. Il corteo è stato organizzato dall'Armata dei padri, composta da tre associazioni: Figli negati, Caro papà e Papà separati. Tra gli striscioni, uno chiedeva la liberazione di Daniele Mastrogiacomo. Il corteo, aperto da una scritta "Mai più figli rapiti", è sfilato in allegria con tanti striscioni e qualche papà mascherato. "Quest'anno vogliamo diffondere un messaggio d'amore per tutti i padri - ha sottolineato il presidente di Figli negati, Giorgio Ceccarelli - e dire che i papà ci sono, contro ogni indifferenza". Ansa

19.03.2007 - Il Meridiano

19.03.2007 ore 10:05:00. Mariangela Mariani

L’orgoglio di un genitore dai Fori al Colosseo

Sarà la “carica” dei papà, separati e non, che attraverseranno la città per mostrare a tutto il mondo il proprio orgoglio di padre. Sono oltre 50 le associazioni che hanno aderito al Daddy’s Pride e le famiglie ripeteranno davvero in tutte le lingue quanto sia importante avere due genitori.

Il programma Alle 8 raduno in piazza Madonna di Loreto (Piazza Venezia) e a partire dalle 9 i papà più “volenterosi” si uniranno ai maratoneti per la Stracittadina correndo per un chilometro. La Maratona di Roma ha offerto 100 pettorali e gadget. Dopo le 10 inizieranno i preparativi per la marcia, con la distribuzione di magliette, cappellini, palloncini e bandiere. Sarà una mattinata di giochi per i più piccoli con gli animatori dell’agenzia black and white animation di Frosinone. Alle 15.30 è previsto uno spettacolo al quale seguirà il comizio, sempre in Piazza Madonna di Loreto, con la premiazione dei papà dell’anno. Alle 17 partirà la marcia che attraverserà via dei Fori Imperiali per raggiungere il Colosseo.

I premiati Il premio papà dell’anno sarà conferito ex equo a due padri: Nicola De Martino, che ha combattuto con ogni mezzo per rivedere il figlio Luca, portato via in Australia dalla mamma, e Ferruccio Calò, “super papà” di 44 anni con ben 11 figli.

Gli “sponsor” L’Acqua Santa Croce, da sempre attenta ai temi di carattere sociali, ha aderito al Daddy’s Pride e metterà a disposizione dei partecipanti bottiglie d’acqua. Altrettanto sensibile l’azienda “Biscotti Gentilini” che offrirà pacchi di biscotti per i piccoli partecipanti.

Gli striscioni Ad aprire il corteo ci sarà la scritta “Liberateli” con ai lati le foto del piccolo Ruben Bianchi, rapito dalla mamma svizzera, e del giornalista di Repubblica Daniele Mastrogiacomo, papà di due figli. “La storia siamo noi” è l’altro slogan scelto dai papà, con il simbolo dell’Armata dei Padri, perché sono stati loro a riportare a livello mondiale l’attenzione sul ruolo del padre. In aria voleranno centinaia di palloncini con il simbolo della giornata.

Il simbolo Il logo della manifestazione, “I love”, nasce da un’idea di Giorgio Ceccarelli, supportata dalle altre associazioni e soprattutto dai papà.

La solidarietà Domani, i papà doneranno il sangue, perché a partire dalle 8, per tutto il giorno, si celebra la giornata mondiale di raccolta sangue in tutti gli ospedali per bambini, a Roma al Bambin Gesù.

19.03.2007 - Il Messaggero

Non solo atleti e maratoneti si sono dati appuntamento ieri in via dei Fori Imperiali. Per il primo anno, tenuta a battesimo dalla Maratona di Roma, ed in occasione della festa del papà, è andato in scesa il “Daddy’s pride”, l’orgoglio di esser padri.
Sono più di 50 le associazioni che hanno aderito all’evento e molti i papà provenienti da tutto il mondo, insieme in corteo per «sensibilizzare l’opinione pubblica sui diritti dei padri genitori».
Perché esser padri, dicono gli organizzatori, «rientra nel diritto inalienabile di ogni bambino ad avere due genitori e quattro nonni, per sempre», e il movimento internazionale pacifista Armata dei Padri (Figli Negati, Papà Separati Lombardia e Caro Papà) è sceso in piazza proprio per far sentire la voce di tanti padri che non hanno più alcun diritto sui propri figli. Come Salvatore G. che da 9 anni non vede i suoi figli. Ad aprire il corteo lo striscione Daddy’s pride, ma anche le foto di due italiani e la scritta «Liberateli». Si tratta del piccolo Ruben, rapito dalla madre svizzera, e di Daniele Mastrogiacomo, papà di due figli. Nel corso della giornata c’è stata anche la premiazione «Papà dell’anno».
Per la prima volta ad aggiudicarsi il premio due padri in ex-aequo: Nicola De Martino (per aver combattuto con tutti i mezzi pacifici consentiti - ma anche scioccanti come l’aver tentato di darsi fuoco in tv - per rivedere il figlio portato via dalla madre in Australia e mai più rivisto per 13 anni; «Rifarei lo stesso gesto in tv ma mi organizzerei meglio» ha detto), e Ferruccio Calò, papà di 44 anni, di Verona, sposato con ben 11 figli, portavoce di una richiesta allo Stato di aiuti economici alle famiglie numerose.
foto

19.03.2007 - Corriere Romano

cronaca 19 marzo 2007
Daddy's Pride, papà in piazza per i figli

nel giorno della Maratona sfilano anche i papà

In centinaia hanno preso parte all'iniziativa dell'Armata dei padri, che da anni combatte per vedere riconosciuti i diritti del genitore dopo il divorzio dalla consorte. La storia di Alessandro

Non solo padri cui le consorti negano di incontrare i figli, ma anche mogli e figli hanno partecipato ieri pomeriggio al corteo che ha sfilato a Roma, lungo i Fori Imperiali, con striscioni e migliaia di palloncini bianchi con la scritta nero-rossa ''I love papa'''. Alla giornata del 'Daddy's Pride' (l'orgoglio dei papa') hanno preso parte persone provenienti da varie parti d'Italia e anche da paesi esteri, come Bulgaria e Svezia. Il corteo e' stato organizzato dall''Armata dei padri', composta da tre associazioni: Figli negati, Caro papa' e Papa' separati. Tra gli striscioni, uno chiedeva la liberazione del giornalista Daniele Mastrogiacomo.

Il corteo, aperto da una scritta ''Mai piu' figli rapiti'', e' sfilato in allegria con tanti striscioni e qualche papa' mascherato, come e' il caso di un Flash Gordon e di un Superman. In particolare e' stato sottolineato il frequente atteggiamento dei giudici a favore delle madri nell' applicazione della legge sull'affidamento condiviso che mette su uno stesso piano le figure della madre e del padre in quanto ad affidamento.

TODAY
FOTOSERVIZI PER LA STAMPA

http://today.it/index2.asp?offset=26&nimages=20&filtro=DADDY'S%20PRIDE&filtroArg=&filtrodata=

19.03.2007 - Il Grecale

Roma, anche la Ge.Se alla marcia dell’orgoglio paterno
L’associazione di Foggia “Genitori Separati” ieri pomeriggio ha marciato insieme ad associazioni provenienti da tutto il mondo, per difendere il diritto di ogni bambino ad avere due genitori
di Laura Armillotta

Un momento del Daddy’s Pride
Foggia- Oltre 2.000 persone hanno preso parte ieri a Roma al Daddy’s Pride. Alla IV edizione della marcia dei papà, per la prima volta hanno marciato pacificamente oltre 50 Associazioni provenienti da tutto il mondo (Argentina, Costa Rica, Messico, Cile, Canada, Australia). A rappresentare la Puglia è stata l’associazione "Genitori Separati" di Foggia, partita domenica mattina dal capoluogo dauno, con una delegazione di circa 50 persone. Il corteo mondiale, organizzato dal movimento internazionale pacifista "Armata dei Padri", è partito nel pomeriggio da piazza Madonna di Loreto, al termine della maratona di Roma 2007 ed ha percorso le stesse vie centrali della gara appena conclusa. Non solo papà. Anche mamme, figli e nonni hanno sfilato per le strade della capitale per sensibilizzare l’opinione pubblica sul diritto della bigenitorialità a favore dei figli.
"Nonostante l’approvazione della riforma del provvedimento sull’affido condiviso - ha spiegato Antonio De Leonardis, presidente della Ge.Se - nelle aule giudiziarie i padri vengono ancora penalizzati. La legge viene disattesa in gran parte dei tribunali d’Italia, e la situazione del tribunale di Foggia non è diversa dagli altri. I dati dell’Istat rilevano che soltanto il 2,6% dei casi relativi agli affidamenti dei minori in materia di separazione e divorzio sono affidi congiunti".
(Pubblicato il 19/03/07 - 19:07)

19.03.2007 - Ontheroad.blog

22.03.2007 - Il Romanista

22/03/2007 - blog_pelosi - Maratona, è meglio 'e Pelè
Basterebbero i numeri. Più di quindicimila iscritti, più di dodicimila arrivati, più di un record battuto (non vedenti, retrorunning, miglior prestazione al femminile e non solo). Quelli certificano che orma la Maratona di Roma non è "solo" il più grande evento sportivo italiano, ma è anche una delle più grandi maratone a livello internazionale. Forse basterebbero anche le emozioni di chi l'ha vissuta da dentro. Di chi su Via Ostiense si è girato per incoraggiare i disabili che passavano in senso opposto e si è visto a sua volta incoraggiato proprio da loro; di quello spagnolo che su via della Conciliazione ha staccato il suo compagno di corsa di qualche metro e si è messo a correre all'indietro mentre l'amico estraeva un telefonino e gli scattava una foto, in corsa, con San Pietro sullo sfondo; di quel tapascione che si è ritrovato con la gamba sinistra fuori uso, ha corso gli ultimi 13 chilometri zoppicando e probabilmente non sarebbe arrivato lo stesso al traguardo in 3 ore e 46 minuti se tanti sconosciuti non lo avessero invitato, superandolo o guardandolo dal ciglio della strada, a continuare. Che poi sarei io, tanto vale dirlo, piuttosto che scrivere di me stesso in terza persona. Basterebbe anche solo l'atmosfera. Non c'è mai stata tanta gente lungo il percorso e così partecipativa. Non un clacson fuori posto degli automobilisti, non una lamentela di chi non riusciva ad attraversare la strada, solo tifo e applausi. Ma quello che, quest'anno, ha veramente reso grande la Maratona di Roma è stato l'essersi imposta come l'evento centrale della domenica. Il "Daddy's Pride" si è subito gemellato con la corsa, la partita della Lazio è stata piazzata alle 20.30, come quella della Virtus, originariamente programmata alle 12, cioè con la gara in pieno svolgimento. Perfino New York, per un giorno, si dedica solo alla Maratona. Chissà, forse un giorno potrà succedere anche qui. Continuano a mancare i "big", vero, ma perché non godersi semplicemente quella che, anche ai vertici, è stata una bella gara con un grande tempo? A proposito di tempi, perché non dare il giusto risalto al fatto che nella media dei primi classificati Roma ha già superato New York? E se proprio si vogliono i "big", gli stessi vanno ingaggiati. E per farlo serve un sostegno ad alto livello che la Maratona di Roma ancora non ha, anche se, indiscutibilmente, lo merita. Non lo meritano solamente quei podisti che, alla partenza, invece che stare in fila 5 minuti in più ai bagni chimici, preferiscono deturpare monumenti che stanno lì da centinaia di anni prima di loro...
Ma dopo quello che fa il fratello della sorella di Stefansson, a chi interessa più della sorella di Stefansson? Broadbobo ha 1/3, gli altri 0/3 e se Scannavacca è stato escluso in favore di Pez è solo perché nel rugby il gruppo, la squadra, viene prima di qualsiasi individualità. E se una spicca un po' troppo, meglio sacrificarla in qualche occasione. Detto ciò, r.v. ormai non si vede più, non scrive più, non lavora più. Ma le cose che faceva prima r.v. adesso le fa c.d.s. Qualcuno ha, finalmente, capito qualcosa? Ovviamente per cenare con la sorella di Stefansson bisogna anche rispondere ad altre due domande. 1-Perché la moglie del general manager del Montepaschi Siena sta sempre in panchina, pur non potendoci stare? 2-Perché tutti i giornali di ieri davano spazio alla tesi difensiva della Benetton Treviso e nessuno spiegava le ragioni dell'accusa?


Intervista sul Daddy's Pride del Presidente di Papà Separati e Figli di Torino

Canada
http://www.italiani.ca/node/1308

Croazia
http://www.otac.ba/index.cfm?WebScr=release

Francia
http://www.patrick-garnier.net/

Grecia
http://id65.tripod.com/

Spagna
http://www.acipama.es/5308.html

Svezia
http://www.pappa-barn.se/handelser/rom


Work in Progress
Grazie - Thank you


 


E' vietato l'utilizzo non autorizzato di qualsiasi immagine e testo tratto da questo sito.

ForumFree.net